Tra vigne e cantine della Franciacorta

La Franciacorta è un territorio collinare di circa 240 Kmq nella provincia di Brescia che deve la sua notorietà alla produzione di ottimi spumanti che nulla hanno da invidiare ai famosi Champagne francesi.

L’origine del termine Franciacorta deriva da “curtes francae”, cioè quelle piccole comunità di monaci benedettini insediate nell’Alto Medioevo che erano esentate dal pagamento dei dazi.

Ma Franciacorta significa anche il primo vino italiano, prodotto esclusivamente con il metodo della rifermentazione in bottiglia (metodo classico), ad avere ottenuto nel 1995 la Denominazione di Origine Controllata e Garantita. Oggi sulle etichette si legge solo la denominazione Franciacorta, unico termine che definisce il territorio, il metodo di produzione e il vino. In tutta Europa solo 10 denominazioni godono di tale privilegio e di queste solo tre vengono realizzate con la rifermentazione in bottiglia: Cava, Champagne e Franciacorta.

Tante le cantine famose, tra cui forse la più nota è Berlucchi.

PERCORSO:

 Il percorso, di circa 35 km, si snoda nel territorio della Franciacorta passando tra i filari di uve Chardonnay e pittoreschi paesini.  

 Si toccheranno punti di interesse storico-artistico come il Monastero di San Pietro in Lamosa a Provaglio, il Santuario si Sant’Eufemia a Nigoline e il Santuario Madonna della Neve a Adro. 

Pedaleremo inoltre ai margini della Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino,  una delle poche zone umide primordiali del territorio nazionale dove la selezione naturale ha dato vita ad una diversità e varietà di forme viventi difficilmente riscontrabili in altri ecosistemi.   

 I due elementi dominanti di questo luogo, che si estende per circa 360 ettari, lambendo la sponda meridionale del lago di Iseo, sono l'acqua e il canneto.

Questi elementi, combinandosi nelle loro più svariate forme, offrono una base naturale ideale per la vita di migliaia di uccelli e per la proliferazione di un numero ancor più grande di piante, fiori, pesci, anfibi, rettili e organismi acquatici.

 Ci scalderemo i muscoli con qualche bella salita e tratti di single track percorrendo parte della famosa medio-fondo “Gimondi Bike” proprio nell’anno del 70° compleanno del celebre campione del grande ciclismo.

Al termine della gita è possibile fermarsi in zona per pranzo.

 

Il percorso
Lunghezza Km. 35
Dislivello in salita m. 300
Punto di partenza Ritrovo presso il parcheggio del Campeggio del Sole/ISEO BIKE, via per Rovato n.27, ISEO. Indicazioni stradali: Autostrada A4 – uscita ROVATO, seguire per Lago d’Iseo.
Accesso al punto di partenza

Indicazioni stradali: Autostrada A4 – uscita ROVATO

Stazione ferroviaria più vicina
Orario di ritrovo
Orario di partenza Ore 08.30 Partenza ore 08:45 Una guida, esperta della zona, ci accompagnerà lungo il percorso.
Orario di rientro (prevista) ore 12.30
Traccia GPS
Note

parcheggio del Campeggio del Sole/ISEO BIKE, via per Rovato n.27, ISEO.
Indicazioni stradali: Autostrada A4 – uscita ROVATO, seguire per Lago d’Iseo.